Tutti gli articoli di GRANCHIO

SONO VIVO

FINALMENTE SONO QUI DAVANTI AL COMPUTER

E QUASI UN ANNO CHE SONO SCOMPARSO DALL’ORIZZONTE

VOGLIO DICHIARARE CHE SONO VIVO , IL VIAGGIO DA SOGNO NON RIMARRA SOLO UN SOGNO .

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE MI SONO STATI VICINI NELLA MIA LOTTA.

IMG_2906

IMG_4

Доломитовые Альпы

Если мне предложат выбрать провести выходные на  выбор:  море, горы или лес, летом, когда в Италии очень жарко и душно, я выбираю горы.  Альпы мне нравятся независимо от сезона.

Этим летом бы побывали там с друзьями- Андреа и Паолой.

Потрясающие пейзажи Доломитов , свежий воздух, голубое небо и запах гор в компании друзей-мотоциклистов!

Спасибо вам, ребята!

 

GIOIA E DOLORI DEL GIRO DEL MONDO

Quando prendi la decisione di  fare il ” giro del mondo ”  la sola parola mondo ti porta ad  un  auto esaltazione che ti vede nell’olimpo di globetrotter , ad essere amato dalle folle …..sei sul divano , sei in macchina o stai guidando il tuo bus .

Nella protezione di casa , nella tranquillità totale viaggi con la mente pensando che tutto sarà facile ; gli sponsor si lanceranno a flotte per aiutarti i giornali di moto o di  viaggi ti chiedereanno iterviste ….

Per un mese giri tra amici , parenti a gonfiarti la bocca  del tuo progetto facendoti subissare dall’invidia cattiva o dalle mille preoccupazioni di chi ti vuole bene.

Quando ritorni alla realtà , ti accorgi che  del tuo progetto nessuno si cura  , gli sponsor quando rispondono ti augurano buon viaggio .

Il tuo progetto ha dei costi , enormi  e nessuno ti regala nulla , così inizia il ” calvario ” più psicologico che fisico in cui tutto può essere eliminato se non funzionale al viaggio .

Si entra in un trip in cui 1 euro = 1 litro di benzina  , ogni soldo che si spende a casa sono meno km in viaggio .

I sabati sera a bere  la birra sono diventati un illusione , le domeniche in giro in moto con botte da 600 km troppo costose , meglio la bici .

Sul lavoro diventi  tappa buchi del tuo capo , straordinario su straordinario e ti cuoci a fuoco lento  (persi 7 kg )

Quando sei al lavoro pensi al viaggio , non alle spiagge caraibiche , ma  ai taghetti cargo , ai voli aerei da 1000 euro a testa  …. tutto ti sembra costoso , impossibile ma non molli DEVO / DOBBIAMO FARCELA  .

La forza di volontà è forte ma la concentrazione di ogni sforzo per un unico obiettivo e la focalizzazione di ogni conversazione sul viaggio , ti fa perdere il bello di una moglie , il bello di uscire  senza pensieri  il bello di una birra .

Io mi ritengo fortunatissimo , ho una moglie spupenda che mi aiuta e anzi è la vera mente del progetto ; noi uomini siamo bestie possiamo rinunciare a tutto  , loro fanno fatica a rinunciare alla loro femminilità per l’ignoto .

Noi partiremo , ce la metteremo tutta , non per voi, non per i giornali o per avere un ritorno di immagine SOLO PER NOI , per dimostrare che tutto è fattibile .

 

 

Leggendo quello che ho scritto non si vede nulla di emozionate nulla che invogli a intraprendere questo sogno e invece esiste una meta piena di soddisfazioni , che ripaga un pochino del grosso impegno.

Prima di inziare  eravamo soli 2 mototuristi che organizzavano  tutto in solitaria , nessuna condivisione attorniati solo da gente che non capiva il nostro bisogno .

Oggi grazie a facebook  molte cose sono cambiate , abbiamo molti “amici”  che c aiutano a maturare  e scrostrare  i preconcetti accumulatiin anni di solitaria.

PINUCCCIO E DONI , il nostro primo incontro globetrotter . un uomo  sponsor attrae a se ogni i marketing di tutte le ditte piu importanti , stando tranquillamente seduto nel suo laboratorio dolciario

DONATO NICOLETTI  un guru , un maestro d’altri tempi , sentirlo parlare ti ammalia e alla stesso tempo ti fa sentire piccolissimo . UN INCONTRO ECCEZIONALE

IL TRAVELLERCAMP  fulcro di idee dove le esperienze si fondono arricchendo il grande viaggiatore e il novello mototurista

MARCELLO “BULLDOZER” ROMANO  l’unico che ha creduto in noi e nel nostro progetto , lui e la sua MAXI ENDURO OFF ROAD ACCADEMY.

LA CASA

IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI

TERZA TAPPA DEL MINI TOUR

GARDONE RIVIERA – lago di Garda

IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI

WWW.VITTORIALE .IT

Purtroppo in questa terza tappa siamo rimasti soli , Andrea & Paola sono dovuti ritornare a Padova .

Il Vittoriale è un luogo magico per me , l’atmosfera che vi è all’interno è qualcosa di unico .

Potete vederlo con gli occhi di un uomo  o potete vederlo da “brava casalinga”.

Da UOMO : D’annunzio era un eroe , un italiano con la “I” maiuscola

ogni oggetto perderà l’aspetto materiale portandovi all’interno della mente del combattente .

oggetti accatastati in tutte le stanze in maniera disordinata parleranno al vostro cuore e alla vostra mente perdendo il loro significato puramente materiale .

uscirete ( almeno io sono uscito)  pensierosi , la sua casa non finisce con la visita guidata , ma  la porterete a casa con voi.

 

Da ” BRAVA CASALINGA  “ : Mamma che disordine , chi spolvera tutto , sicuramente non lui  , quei colori non si abbinano proprio , bella per carità ma se fossi stata sua moglie avrei buttato metà delle cose

ANDATECI ANDATECI E RIMARRETE ………..SCEGLIETELO VOI

 

  SICURAMENTE CI RITORNERETE E OGNI VOLTA SCOPRIRETE QUALCOSA DI NUOVO E NE RIMARRETE AFFASCINATI

 

ora godetevi qualche scatto :

( la casa all’interno non è fotografabile)

FOTO RUBATE DAL SITO DEL VITTORIALE:

ОЗЕРА НАРЕТ ( ШВЕЙЦАРИЯ)

По сей день Швейцария остается моим любимым местом времяпровождения, если хочется уединения с природой.

Мы объездили все ее долины вдоль и поперек  и  жарили шашлыки на берегах горных рек, но в очередной раз мой супруг смог меня удивить, выбрав на этот раз  высокогорные озера.

Озера в долине Valle Maggia , в 40 км от швейцарского города Локарно, известны немногим, но пейзаж, который они предоставляют вам, – просто потрясающий. Здесь скорее вы встретите пасущихся коз, пронырливого сурка, спешащего в свою нору, и шум быстрых горных рек вперемешку с музыкой ветра, который гуляет  между холмами.

Эти озера имеют искусственное происхождение с целью производства электроэнергии. Особенность их в том, что они все соединены под землей трубопроводами, которые восходят к центральной станции. Эти подземные трубопроводы начинаются в горах на уровне 2310 м и спускаются вниз до отметки 1400 м

Даже летом тут никогда не бывает жарко, я бы сказала- всегда холодно.  В середине августа было 9-10 ‘C. Зимой туда дороги закрыты.  Немногие знают эти места, мы встретили несколько машин, дом на колесах и пару-тройку велосипедистов, которые покоряли эти вершины.

Смотрите сами, хватит болтовни!

 

 

ПЛОТИНА ВАЙОНТ. Катастрофа 1963 года.

Хочу рассказать вам немного из истории Италии.

Объект:  плотина Вайонт

Место: река Вайонт, провинция Беллуно, Италия

Дата: 9 октября 1963 года, 22.39 местного времени

Жертвы: от 1900 до 2500 человек

Причины : трагедия на плотине Вайонт – яркий пример того, как сочетание множества малозаметных природных факторов, ошибок людей и элементарной человеческой жадности может привести к катастрофе со страшным исходом.

Все началось с того, что люди не совсем верно выбрали место для строительства плотины, затем выяснилось, что это место геологически нестабильно (здесь часто происходили слабые землетрясения и оползни). Но компания, строившая плотину, закрывала на все глаза и продолжала работы, так как это сулило немалые барыши.

Стояло дождливое  лето 1963 года, и к осени вода с неба вызвала никем непредвиденные последствия: случился оползень. И не просто оползень – в воду сползла часть горы  Ток, которая заполнила чашу водохранилища, и за 45 секунд в воду обрушился горный массив длиной 2 км. Водохранилище оказалось заполненным горной породой до высоты 175 м над уровнем воды.  Оползень вызвал перелив воды через гребень плотины и за 7 минут были разрушены деревни, находящиеся в нижней части плотины.

Плотина Вайонт устояла, но тысячи человеческих жизней поплатились за жадность людей.

 КАК МОГЛО ТАКОЕ СЛУЧИТЬСЯ, ЧТО АЛЧНОСТЬ ЧЕЛОВЕКА СТАЛА ПРЕВЫШЕ ЧЕЛОВЕЧЕСКОЙ ЖИЗНИ ???

1963 год

 

 

 

 2014 год

 

Среди пострадавших было много детей. На деревянном ограждении – череда разноцветных флажков с их именами Каждый флажок -это ребенок .

DIGA DEL VAJONT

Potrei  raccontarvi la storia di una tragedia italiana , della potenza dei soldi e dei 2000 morti , ma sarei banale , freddo , non riuscirei a trasmettere quell’emozione fortissima e tristissima che ho provato 17 anni fa vedendo il servizio di

PAOLINI SULLA TRAGEDIA DEL VAJONT

Quando lo vedi in tv ,anche se è una tragedia la senti lontana ,  ti coinvolge , ti rattrista , ma trovarti davanti alla diga e alla sua frana ti mette davanti alla fragilità umana .

Arrivi sulla diga come turista ” del macabro” e vai via con una gran  tristezza , con una domanda :

COME E’ STATO POSSIBILE ????????

PRIMA  1963

 

DOPO

CASSO ( paesino sopra alla diga)

 

 

 

 

LAGHI DI NARET (CH)

18 AGOSTO 2014

 

Finalmente dopo 4 anni di continui rinvii , sono riuscito a portare mia moglie ai LAGHI DI NARET  . Non sono famosissimi , ma lo spettacolo che offrono è notevole .

A 40 km da Locarno si prende per la VALLE MAGGIA  una delle principali valli  del Canton Ticino .

I laghi sono di formazione umana , costruiti in mezzo alla natura  , isolati da tutto e da tutti per tutto l’inverno e buona parte della primavera .

L’ultimo paese accessibile è Fusio , paesello montano aperto tutto l’anno , ma nulla di speciale .

La particolarità di questi laghi , oltre alla loro posizione , è rappresentata dalle strutture costruite dall’uomo per collegarli tutti in un unica centrale .

Una tubatura sotterranea che parte da 2310 m sul livello del mare e arriva a 1400  .

 

Il luogo è totalmente selvaggio , silenzio totale e poca presenza umana .

la temperatura non è mai molto calda , anzi fa freschino  .

Non fatevi trarre in inganno da questo CAPRAIO , noi eravamo vestiti di tutto punto e si stava bene  ( temperatura 10 gradi non di più ) 

Se posso dare un consiglio andateci la mattina  , vi fate una bella grigliata sulle sponde del secondo / terzo lago e vi godete il rumore del vento e il coccolante suono dei ruscelli .

Ora basta parole se no che palle e col cavolo che ci volete andare !!!

LAGO DI SAMBUCO :

Da qui in poi la strada diventa stretta e una macchina e una moto fanno fatica a passare , non fermatevi al 1 °  il bello deve ancora venire.

MAXI ENDURO OFFROAD ACCADEMY

MARIO CIACCIA  PER LA RIVISTA MOTOCICLISMO :

” CERCHIAMO QUALCUNO CHE NON ABBIA MAI FATTO FUORI STRADA , CHE POSSEGGA UNA MAXI ENDURO E VOGLIA IMPARARE A FARE FUORISTRADA? ” 

Così , un pò per caso e con pochissima fiducia , ho risposto all’annuncio  : ” ho un transalp da poco più di un mese , non ho mai fatto offroad  e mi interesserebbe moltissimo fare il corso , sarebbe utilissimo per il mio prossimo  GIRO DEL MONDO”.

Alla risposta , stiamo pensando di sceglierti , ho pensato subito a uno scherzo , non era possibile . potevo aver vinto il corso , ASSURDO , IMPOSSIBILE , 3 secondi avevo chiamato mia moglie , chi mi teneva più !! ero felicissimo .

ECCOMI QUI ORA A MOSTRARVI LE FOTO !

Inizi con molta molta timidezza , la moto pesa una tonnellata , tutti fanno bene e tu non riesci . il nervoso sale a mille .

lo spettacolo del corso è rappresenatato dall’istruttore  “BULLDOZER”  invece di cazziarti , di farti il culo perchè non capisci  , fai tutto il contrario , TI SEGUE , TI DA CORAGGIO E A OGNI ERRORE TI FA SALTARE IN SELLA PIU’ CARICO DI PRIMA .IO E BULLDOZER

Come prima cosa c’è la teoria  :

Perso a destra/ sinistra moto a sinistra/destra  , leggeri leggeri sulle ginocchia  , bisogna tenere il manubrio come se avessi sotto le uova .

 

MA COSA DICI !!! UOVA  ….. LA MIA MOTO PESA 210 KG  .

ASSURDO !!!

ASSURDO è stato non crederci !!!!

All’inizio il freno davanti è il tuo migliore amico , il manubrio lo tieni come un appiglio di salvezza  e ovviamente CADI CADI CADI !!!! .

 

Quando la mente lascia il posto all’automatismo e soprattutto al DIVERTIMENTO , tutto diventa ” semplice ” .

 

Dalla faccia imbronciata  e tesa , si passa al sorriso , le mille pieghe sulla fronte si lisciano e la tua percezione della moto …cambi radicalmente : da nemica pesantissima a mezzo amico e e pronto a portarti “ovunque”.

ECCO A COSA  SERVE  LA MIA MOTO !!!! SPETTACOLO !!

Finito il corso non sei più bravo , non puoi spaccare il mondo , ma hai la sicurezza che si può fare , che non ti manca nulla , solo allenamento e impegno .

IN UN GIORNO NON PUOI DIVENTARE UN MOSTRO DA PARIGI -DAKAR MA IMPARI MOLTISSIMO E TI DIVERTI ALTRETTANTO .

E’ BELLO PARLARE CON LA PROPRIA MOTO ANCHE NELLE SITUAZIONI DIFFICILI

DOPO UN MESE ECCOMI SULLA RIVISTA

MOTOCICLISMO FUORISTRADA

 

 

GRAZIE MARIO , GRAZIE MOTOCICLISMO 

GRAZIE BULLDOZER

MARCELLO ROMANO

 

Anno di nascita 2013

Posizione geografica VIA VITTIME DI NASSYRIA 8/A SAN GIORGIO PIACENTINO PC 29019

Prodotti Corsi di guida in off road per MAXIENDURO !!!!!
Corsi per uomo e donna , individuali e di gruppo !!!!!
Ampia zona corsi di pratica con percorsi fuoristrada e accogliente sala teoria ……..

Informazioni di contatto

Telefono 342 385 1585

E-mail CONTATTAMI

 

CASCATE DI ACQUAFRAGGIA

CHIAVENNA – SAINT MORITZ – LIVIGNO – BORMIO

                                         470 KM

Bellissimo giro dalle 9 alle 22 , sole  temperature primaverili e solo alla fine un pò di pioggia.

in questo giro la natura è predominante , non sai mai dove guardare .

ciglieggina sulla torta ci ha attraversato anche un piccolo cerbiattolo  Peccato non ho la foto.